Swaziland

L’ultima monarchia assoluta d’Africa ha cambiato nome in Regno di “eSwatini” che in lingua swazi significa “terra degli swazi”. L’annuncio ufficiale è stato fatto mercoledì nello stadio della città di Manzini dal re Mswati III in occasione delle celebrazioni del 50° anniversario dell’indipendenza dal dominio britannico che coincidevano anche con il 50° compleanno del monarca.

Contrariamente ad altri paesi del continente africano, lo Swaziland non ha cambiato nome dopo aver ottenuto l’indipendenza nel 1968, dopo esser stato un protettorato britannico per 60 anni.

La decisione è giunta inaspettata anche se Mswati III da anni utilizzava il nome eSwatini per riferirsi al suo regno. Il monarca ha utilizzato questo nome sia durante il suo ultimo discorso di fronte all’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2017, che nel discorso di apertura del parlamento swazi nel 2014.

Nel piccolo regno di 1,3 milioni di abitanti incastonata tra Sudafrica e Mozambico, sono in molti a non apprezzare il nome “Swaziland”, considerandolo un retaggio del dominio coloniale. Già nel 2015 alcuni membri del parlamento avevano iniziato a considerarne la sostituzione.

Nonostante ciò non sono mancate le critiche contro la decisione arrivate da chi ritiene che Mswati III, salito al trono nel 1986 quando aveva solo 18 anni, dovrebbe invece concentrarsi maggiormente sulla situazione economica del suo regno.

L’élite regnante è stata messa in discussione più volte da diverse ong e gruppi di attivisti per i diritti umani, a causa della gestione autoritaria del potere, della messa al bando dei partiti politici, della mancanza di libertà di espressione e per la discriminazione verso le donne (in particolare in occasione di alcune celebrazioni tipiche della cultura swazi come l’Umhlanga). (BBC / The Guardian)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati