Rwanda Uganda
Muhoozi Kainerugaba torna ad incontrare Kagame in Rwanda
Uganda: l’esercito smentisce l’annuncio di un ritiro dalle forze armate del figlio del presidente
15 Marzo 2022
Articolo di Redazione
Tempo di lettura 1 minuti
Il presidente rwandese Paul kagame (a sinistra) e il generale ugandese Muhoozi Kainerugaba a Kigali (Credit: The Citizen)

«Il generale (Muhoozi Kainerugaba, figlio del presidente ugandese Yoweri Museveni, ndr) non si è ritirato dall’esercito, è ancora in servizio attivo». Ad annunciarlo all’agenzia Reuters è stato ieri il Chris Magezi, portavoce delle forze di terra. «Le promozioni dell’esercito e il consiglio delle commissioni, che è l’organismo militare incaricato di gestire le richieste di pensionamento, non hanno ricevuto alcuna sua richiesta (di ritiro)», ha aggiunto Magezi.

Kainerugaba aveva annunciato il suo ritiro lo scorso 8 marzo, una mossa letta come la preparazione del terreno per una potenziale corsa alla presidenza nel 2026 e la successione al padre, 77 anni, al potere dal 1986.

Intanto ieri Kainerugaba è arrivato in Rwanda per una visita di tre giorni, la seconda dopo quella del 22 gennaio, dove ha tenuto colloqui con il presidente Kagame sul ripristino dei rapporti bilaterali tra i due paesi, interrotti dal 2018. Una settimana dopo, Kigali aveva annunciato che il confine tra Rwanda e Uganda, chiuso da quattro anni, sarebbe stato riaperto, cosa che è avvenuta il 7 marzo.

Kigali accusava Kampala di fornire supporto a gruppi ostili che utilizzavano l’Uganda come base per pianificare attività per destabilizzare il Rwanda e dell’arresto arbitrario, il rapimento, la tortura e la detenzione illegale di rwandesi da parte delle forze di sicurezza ugandesi.

Copyright © Nigrizia - Per la riproduzione integrale o parziale di questo articolo contattare previamente la redazione: redazione@nigrizia.it