La vicenda de “Arche de Zoe”
Da N’Djamena il resoconto di un giornalista sull’arresto di cooperanti francesi accusati del rapimento di alcuni minori destinati ad adozioni illegali.

Il 25 ottobre la polizia del Ciad ha arrestato all’aeroporto di Abeche, nella zona orientale del Paese, vicino al confine con il Darfur, nove francesi, sette spagnoli e un belga che stavano per portare in Francia con un volo charter oltre 103 bambini ciadiani e sudanesi, a loro dire orfani di guerra. I fermati sono membri dell’associazione francese per le adozioni internazionali ‘Arche de Zoe’, accusati ora di sequestro di minori e truffa. Pochi giorni dopo il presidente francese Nicolas Sarkozy è volato in Ciad ottenendo in poche ore la liberazione dei tre giornalisti francesi e di quattro assistenti di volo spagnole.
Per inquadrare la notizia nel contesto locale abbiamo raggiunto nella capitale N’Djamena un giornalista che ha scelto di mantenere l’anonimato per motivi di sicurezza.

(A cura di Michela Trevisan)