Botswana / Cina

La Cina ha accettato di estendere un prestito al Botswana per la costruzione di infrastrutture ferroviarie e stradali, e di cancellare un debito. Lo ha detto sabato, al suo rientro dal vertice Cina-Africa a Pechino, il presidente Mokgweetsi Masisi.

Oltre al prestito e alla cancellazione del debito di 80 milioni di pula (7 milioni di dollari), la Cina ha anche offerto una sovvenzione di 340 milioni di pula (oltre 30 milioni di dollari). Masisi non ha rivelato la dimensione del prestito, ma la scorsa settimana il ministero delle Finanze ha detto che il Botswana stava cercando un prestito di 12 miliardi di pula (1,09 miliardi di dollari) per le infrastrutture di trasporto.

Il Botswana è il principale produttore mondiale di diamanti. Le aziende cinesi, per lo più di proprietà statale, sono impegnate nella costruzione di infrastrutture come dighe e strade.

Nel corso del vertice la Cina ha offerto altri 60 miliardi di dollari di finanziamenti per l’Africa e ha cancellato il debito alle nazioni più povere. Il presidente cinese Xi Jinping ha detto che il finanziamento includerà 15 miliardi di aiuti, prestiti senza interessi e prestiti agevolati, una linea di credito da 20 miliardi, un fondo speciale da 10 miliardi per lo sviluppo Cina-Africa e un fondo speciale da 5 miliardi per le importazioni dal continente. (Reuters)