Mozambico / Zimbabwe / Malawi

Circa 1milione e 850mila di persone sono state colpite, solo in Mozambico, dalla devastazione provocata dal passaggio Ciclone Idai. Il nuovo bilancio è stato fornito ieri dall’agenzia umanitaria delle Nazioni Unite (Ocha) i cui operatori sono al lavoro per sondare la portata del disastro e determinare quale aiuto è più urgente.

Idai ha raso al suolo o danneggiato 33.600 edifici e provocato inondazioni diffuse quando si è abbattuto sulla città portuale di Beira il 14 marzo, per proseguire poi la sua corsa nel vicino Zimbabwe e nel Malawi meridionale.

Almeno 686 persone sono state uccise nei tre paesi, una cifra che potrebbe aumentare, mentre gli operatori umanitari si preparano per affrontare epidemie di malattie tra cui la malaria e il colera.

Il Mozambico rimane il paese più colpito con 500mila ettari di terreni coltivati distrutti e centinaia di migliaia di sfollati. (Africanews)

La Fondazione Nigrizia ha aperto una raccolta fondi destinati ai missionari comboniani in Mozambico e Malawi e ad aiuti alla popolazione.