Il presidente della piattaforma dell’opposizione congolese Idc-Frocad, Charles Zacharie Bowao, sostiene che i bombardamenti avviati due giorni fa nella regione di Pool dalle forze governative di Brazzaville non siano altro che un “tentativo di distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica” dalla recente rielezione del presidente Denis Sassou-Nguesso, duramente contestata dalla società congolese.

L’ex ministro della Difesa, chiede quindi la “fine immediata” delle operazioni militari nel dipartimento meridionale del paese. “Hanno iniziato a bombardare i civili nella regione di Pool, che vivono nella più totale disgrazia e desolazione”, ha denunciato Bowao chiedendo a Sassou-Nguesso di “dare priorità alla voce e al dialogo” invece di “portare avanti la disonorevole logica delle armi”.

Ieri diverse fonti hanno confermato che alcuni elicotteri delle forze dell’ordine congolesi hanno colpito alcune roccaforti del capo delle milizie Ninja, l’ex ribelle Frederic Bintsamou, noto come pastore Ntumi.

Le milizie Ninja sono accusate dalle autorità congolesi di aver attaccato la capitale Brazzaville lunedì scorso, provocando almeno 17 vittime. Dopo gli scontri il governo non ha escluso il coinvolgimento di alcuni esponenti dell’opposizione nell’offensiva e ha fatto sapere che sta indagando su un possibile legame esistente tra i candidati dell’opposizione alle recenti elezioni presidenziali del 20 marzo e l’attacco alle forze governative. (Agenzia Nova)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati