II Vertice Europa-Africa
Un documento siglato da 53 capi di Stato e di governo africani e 27 europei ha chiuso la due giorni del secondo vertice euro-africano a Lisbona.

Una dichiarazione di buoni intenti che segna la radicale svolta nei rapporti tra i due blocchi, ma sulla quale pesano reiterate violazioni dei diritti umani di alcuni paesi (Zimbabwe ed Eritrea in particolare) e il mancato accordo sul partenariato commerciale. Da Lisbona il resoconto di padre Manuel Augusto Ferreira, direttore della rivista comboniana ‘Além-Mar’.

(A cura di Michela Trevisan)