Nell’inchiesta pubblicata nel numero del settimanale L’Espresso in edicola lo scorso 20 marzo, Antonio Nicaso (giornalista, scrittore e uno dei massimi esperti di ‘ndrangheta a livello internazionale), traccia un quadro a tutto campo delle ramificazioni, dei poteri e degli interessi economici della ‘ndrangheta nel mondo. E nelle mani della mafia calabrese c’è anche l’Africa e le sue risorse: cocaina, diamanti, traffici di esseri umani e adesso anche il coltan. Le più ricche miniere di questo prezioso minerale, essenziale dell’industria elettronica, si trovano nella Repubblica democratica del Congo, in zone controllate da miliziani. Con i quali la ‘ndrangheta starebbe facendo affari scambiando armi, diamanti e, appunto, coltan. Abbiamo raggiunto Antonio Nicaso negli Stati Uniti per fare il punto con lui delle ramificazioni e degli interessi della ‘ndrangheta nel continente.

(A cura di Michela Trevisan)