Etiopia / Colonialismo

Il Museo Nazionale dell’esercito britannico si prepara a restituire all’Etiopia un ricciolo dell’imperatore Tewodros II, che si suicidò durante l’invasione inglese del suo paese, nel 1868, per non essere preso prigioniero. Il ricciolo è considerato dagli etiopi come il resto di un eroe e dunque come un tesoro nazionale.

Dopo la breve invasione, gli inglesi portarono a casa un ingente bottino di guerra, di cui faceva parte anche il figlio di Tewodros II, un bambino di sette anni, il principe Alemayehu, che divenne un protetto della regina Vittoria.

Il principe morì quando aveva 18 anni e venne sepolto nel castello di Windsor, dove le sue spoglie si trovano ancora. L’Etiopia ha chiesto insistentemente a più riprese che siano restituiti al paese anche i resti del principe. (BBC)