UE / UA

Il 9 febbraio, il commissario europeo per la cooperazione internazionale e lo sviluppo, Neven Mimica, ha firmato ad Addis Abeba accordi del valore di 225 milioni di euro a supporto di programmi regionali che interessano 25 paesi africani. Mimica ha dichiarato che il nuovo stanziamento comincia a dar attuazione agli impegni presi nel quadro di riferimento della nuova alleanza tra Africa ed Europa, annunciata dal presidente europeo Jean-Claude Juncker nel discorso sullo stato dell’Unione del 12 settembre 2018.

I fondi europei finanzieranno concretamente tre nuove tipologie di azioni. 125 milioni di euro serviranno a creare lavoro e sviluppo nell’Africa orientale e meridionale, 80 milioni di euro a supportare lo sviluppo costiero e 20 milioni di euro ad assicurare la sicurezza marittima nella zona del Mar Rosso.

Gli accordi sono stati firmati con cinque organizzazioni regionali: il Mercato comune per l’Africa dell’est e del sud (Common market for eastern and southern Africa – COMESA), la Comunità Africa orientale (East African community – EAC), l’Autorità intergovernativa per lo sviluppo (Intergovernmental authority on development – IGAD), la commissione dell’Oceano Indiano (Indian ocean commission – IOC) e la Comunità per lo sviluppo dell’Africa meridionale (Southern Africa development community – SADC).

Con questo stanziamento, il contributo europeo per i programmi nell’Africa orientale e meridionale ammonta a 1.490 milioni di euro per il periodo 2014 – 2020, in 3 aree prioritarie: l’integrazione economica regionale, pace, sicurezza e stabilità regionale, e gestione regionale delle risorse naturali.

La firma dei nuovi accordi è avvenuta durante la visita ufficiale di Mimica in Etiopia, dove ha incontrato anche il presidente dell’Unione africana, Moussa Faki Mahamat, e il presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa. Si è infine recato in visita in Eritrea dove ha incontrato il presidente Isaias Afeworki. (Commissione europea)