Kenya Politica e Società
Urne aperte oggi in quasi tutto il paese
Kenya, la commissione elettorale sotto pressione
09 Agosto 2022
Articolo di Redazione
Tempo di lettura 2 minuti

Ѐ un voto tutt’altro che tranquillo quello che si sta svolgendo oggi in Kenya, dove oltre 22 milioni di cittadini sono chiamati ai seggi per elezioni generali già ampiamente contestate. Ieri il controverso capo della Commissione elettorale (Iebc), Wafula Chebukati, ha sospeso le votazioni in quattro sedi, a seguito di un errore nella stampa delle schede elettorali. I dettagli e le immagini dei candidati elencati nelle schede erano sbagliati, ha affermato Chebukati.

Le aree colpite sono le contee di Mombasa e Kakamega, bacini elettorali del candidato alla presidenza Raila Odinga, dove non si terranno le elezioni governative, e le circoscrizioni elettorali di Pokot Sud e Kacheliba, dove gli elettori non voteranno per i parlamentari. Ma anche a Rongai, nella contea di Kajiado, le schede per i parlamentari sono sbagliate, si è saputo questa mattina.

La contea di Mombasa, seconda città del paese, ha 641mila elettori registrati con un totale di 1.041 seggi elettorali. La Commissione elettorale ha invitato i residenti a mantenere la calma e ha assicurato alla gente che il problema sarà affrontato in tempo utile. Ma questo, evidentemente, rischia di far montare rabbia e frustrazione che potrebbero sfociare i atti di violenza.

Il 26 luglio, inoltre, la Iebc aveva annunciato d’aver sospeso le elezioni in quattro distretti a seguito della morte, in varie circostanze, di alcuni candidati ai consigli regionali.

Solo ieri, poi, sette funzionari dell’agenzia elettorale sono stati licenziati. Quattro sono stati trovati a tenere una riunione a casa di un aspirante membro dell’assemblea della contea a Homa Bay, nel Kenya occidentale. Altri tre – due a Webuye East e un altro a Webuye West, entrambi nella contea di Bungoma – sono stati licenziati per ragioni simili.

Intanto proprio ieri, alla vigilia del voto la Corte d’appello ha sospeso la sentenza emessa il 4 agosto dalla Corte suprema a favore dell’uso del registro cartaceo, affiancato a quello elettronico, in attesa della determinazione di un ricorso presentato dal partito che sostiene lo sfidante più diretto di Odinga, l’Alleanza democratica unita (Uda) del vicepresidente William Ruto.

I risultati delle elezioni presidenziali sono stati annunciati per domani, 10 agosto.

Copyright © Nigrizia - Per la riproduzione integrale o parziale di questo articolo contattare previamente la redazione: redazione@nigrizia.it