Kenya / Somalia

Due medici cubani, il chirurgo Landy Rodriguez e il medico generico Herera Correa, sono stati rapiti venerdì scorso, a Mandera, all’estremo confine nord-orientale con Etiopia e Somalia, mentre si recavano al Mandera referral hospital, dove lavoravano da un anno. Nell’azione è stata uccisa la loro guardia del corpo.

Una fonte della polizia, che ha chiesto l’anonimato, ha detto che con ogni probabilità si è trattato di un’azione del gruppo terroristico somalo al-Shabaab. Lo si deduce dal modo di operare e dal fatto che gli assalitori con i rapiti si sono diretti verso il confine con la Somalia.

La polizia sta facilitando una mediazione degli anziani, come è costume dei clan somali che vivono a cavallo del confine. 

I due medici cubani fanno parte di un gruppo di 100 dottori che, in base ad un accordo tra il governo di Nairobi e quello dell’Avana, sono stati inviati nel paese a sostegno del sistema sanitario.

Ancora silenzio assoluto da parte delle autorità kenyane e italiane, intanto, sulla sorte della cooperante Silvia Romano, sequestrata da un gruppo di uomini armati la sera del 20 novembre 2018 a Chakama un villaggio della zona costiera del Kenya.  (News 24 / The Standard)