Campagna Help African Albinos
Lanciata la nuova campagna a sostegno degli africani con albinismo #HelpAfricanAlbinos. Papa Francesco il primo ad aderire.

Due giorni fa è stata lanciata sul sito Ombra Bianca la campagna internazionale di sensibilizzazione “Help African Albinos” a sostegno degli africani con albinismo e il primo ad aderire e promuoverla è stato Papa Francesco. L’obiettivo è quello di informare l’opinione pubblica sulle condizioni di vita di queste persone (spesso bambini) rifiutate e ripudiate dalle loro comunità, che finiscono con l’essere condannati dalla fame e dal sole equatoriale.

L’ideatore della campagna è Cristiano Gentili, ex funzionario dell’Onu in Africa, che due anni fa scrisse un romanzo – denuncia dal titolo “Ombra Bianca” sul dramma degli albini d’Africa, mutilati, seviziati e spesso uccisi in un’ebbrezza di follia razzista e di superstizione. Non avendo trovato nessuna casa editrice disposta a pubblicarlo, Gentile si rivolse al Pontefice, che fu l’unico a rispondergli, manifestando il suo appoggio.

Il libro Ombra Bianca si trova in rete sull’apposito sito e lo si può scaricare anche come e-book. L’autore ha avuto l’idea di diffonderlo anche sottoforma di audiolibro sociale e il 29 novembre 2013 Papa Bergoglio ha deciso di donare la sua voce a sostegno di questa iniziativa, leggendo alcune frasi del romanzo che sono state registrate per la pubblicazione.

È da questa idea che nasce la campagna. Chiunque può seguire l’esempio di Bergoglio, andare sul sito e donare la sua voce leggendo una frase del romanzo, partecipando cosi alla creazione dell’audiolibro. Un gesto simbolico, perché si darebbe voce a coloro che non ne hanno e che vengono definiti dall’iniziativa stessa come “Bianchi in Africa” e proprio per questo “gli ultimi degli ultimi”.
La campagna internazionale ha lanciato anche l’hashtag #HelpAfricanAlbinos e una petizione in 6 lingue sul sito Change.org per manifestare vicinanza e chiedere un aiuto concreto che sarà reso possibile grazie alla partecipazione di alcune Ong tra cui i Medici con l’Africa-Cuamm.