‘Sono le persone e non le merci a fare un mercato’: lo sostiene l’antropologo Marco Aime nei testi che accompagnano la mostra in corso fino al 21 giugno al Museo Africano di Verona. Un’esposizione che s’intitola, appunto, ‘La casa di tutti’ e che si propone come un immersione nel significato profondo dei mercati africani. Il mercato come luogo simbolo, come palcoscenico della vita sociale dei popoli, come luogo protetto dagli spiriti per incontrarsi, per parlare, per tessere relazioni… A guidarci in questo affascinante mondo è Alberta Dal Cortivo curatrice della progettazione e dell’allestimento assieme al direttore Giuseppe Cavallini e a Cecilia Sanchez Miranda.

(A cura di Michela Trevisan)