Il fenomeno delle migrazioni sta subendo negli ultimi anni un intenso aumento in tutti i continenti. Secondo le proiezioni contenute nel World Migration Report 2008 dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim/Iom), tra il 2005 e il 2010 ogni anno 2 milioni e mezzo di migranti si saranno spostati verso regioni più sviluppate. In Italia gli immigrati regolari sono tra i 3 milioni e mezzo e i 4 milioni, contribuiscono per il 9% alla produzione nazionale, assicurano allo stato un gettito fiscale di 3 miliardi e 749 milioni di euro e un contributo economico rilevante ai paesi di origine tramite le rimesse che dall’Italia, nel 2007, hanno raggiunto i 6 miliardi di euro, un quinto in più rispetto al 2006 (dati: Dossier Statistico Immigrazione 2008 di Caritas/Migrantes). Una fetta sempre più consistente della nostra società, dunque, ma ancora troppo discriminata. Della situazione, in generale e delle politiche italiane sull’immigrazione ci parla Oliviero Forti, responsabile dell’ufficio immigrazione della Caritas Italiana.

(A cura di Michela Trevisan)