Mozambico

Almeno 13 civili sono stati uccisi in una serie di nuovi attacchi nella provincia settentrionale di Cabo Delgado. Il primo è avvenuto giovedì sera nel villaggio del distretto di Mocimboa da Praia, dove 120 case sono state distrutte. Due nuovi attacchi sono stati compiuti venerdì sera, nei villaggi di Nabajo e Maculo, dove sospetti jihadisti hanno ucciso 13 persone.

Le azioni non sono state rivendicate, ma un movimento jihadista ha lanciato già diversi attacchi mortali nella provincia di Cabo Delgado, a maggioranza musulmana, lo scorso anno, alimentando disordini nella zona e minacciato i piani governativi per sfruttare le nuove riserve di petrolio e gas nella regione. La violenza ha anche costretto migliaia di persone a lasciare le loro case.

Il mese scorso, un operaio mozambicano è stato ucciso e altri sei sono rimasti feriti quando due convogli stradali, gestiti dal colosso del gas americano Anadarko, sono stati attaccati. Si è trattato del primo assalto diretto contro gli operatori del gas nell’area, tra cui c’è anche l’italiana Eni.

I jihadisti – che hanno terrorizzato le comunità locali, uccidendo più di 200 persone da ottobre 2017 – appartengono a un gruppo noto come Ahlu Sunnah Wa-Jammá (Aswj), che significa “aderenti alla tradizione profetica”, ma comunemente indicato da locali e funzionari come “al-Shabaab”. Il gruppo non sembra però collegato con il famigerato movimento sunnita somalo. Dozzine di casi di rapimenti femminili, simili a quelli praticati in massa dal gruppo jihadista Boko Haram in Nigeria, sono stati segnalati dalla popolazione, ma senza alcuna rivendicazione.

Lo scorso gennaio l’arresto di tre cittadini ugandesi – due uomini e una donna – ha permesso di smantellare diversi “campi di addestramento”. La campagna militare lanciata dal governo per debellare la presenza jihadista nella zona ha portato a centinaia di arresti. Human Rights Watch accusa però le forze di sicurezza di gravi violazioni dei diritti umani sulle popolazioni e dell’arresto di diversi giornalisti. (Eye Witness)