Nigeria

Ci sarebbero anche donne e bambini fra le decine di persone uccise in un raid all’alba di ieri in un villaggio nel centro della Nigeria.

La polizia sostiene che almeno 45 persone sono morte in un attacco da parte di uomini armati non identificati nel villaggio di Egba in nello stato di Benue, nell’est del paese. Il villaggio sarebbe coinvolto in un contenzioso con una comunità di pastori di etnia Fulani.
Un politico locale, Audu Sule, ha perà dichiarato alla Bbc che le vittime sarebbero 81 e che gli aggressori erano tutti armati di fucili Kalashnikov.
Gli scontri tra pastori di etnia Fulani e gli agricoltori locali sui diritti di pascolo affliggono la regione da tempo.
«Gli aggressori hanno aperto il fuoco mentre il villaggio dormiva, uccidendo donne e bambini», ha affermato Sule.
La polizia sta dando la caccia agli aggressori, ma non ha ancora compiuto alcun arresto, secondo ciò che ha riportato il portavoce della polizia di stato, Austin Ezeani, all’agenzia di stampa Afp.
L’area di Benue ha una lunga storia di attacchi violenti e rappresaglie tra pastori semi-nomadi e contadini. L’anno scorso, almeno 100 abitanti del villaggio sono stati uccisi nel centro dello stato di Kaduna in un attacco legato sempre a queste dispute. (Bbc.com)