Di fronte al peggioramento della situazione politica ed umanitaria nella regione del Nord Kivu, anche la stampa nazionale sembra finalmente essersi accorta della Repubblica Democratica del Congo. Un paese enorme, nel cuore dell’Africa, la cui ricchezza del sottosuolo assume un ruolo chiave, determinando rapporti difficili con i paesi vicini, primo fra tutti il Rwanda.
In Kivu si sta combattendo una guerra che rischia di destabilizzare l’intera regione non solo per le ripercussioni politiche e diplomatiche, ma anche per una situazione umanitaria divenuta insostenibile.
Ma la crisi attuale non è nata dal nulla: profonde sono le cause e i retroscena politici che l’hanno originata e alimentata. Per chiarire queste ed altre complessità ci siamo rivolti a Raffaello Zordan, redattore di Nigrizia, e a don Albino Bizzotto, presidente e fondatore dell’associazione ‘Beati costruttori di pace’, da anni impegnata nel paese.

(A cura di Michela Trevisan)