La spaccatura del governo transitorio
Con Mario Raffaelli, inviato speciale del governo italiano in Somalia, parliamo delle prospettive si aprono per la politica somala.

A Mogadiscio continuano gli scontri tra i milizie islamiste e truppe governative somale, appoggiate dall’Etiopia. La popolazione è in fuga dalla città, l’Onu ha lanciato l’ennesimo appello per la drammatica situazione umanitaria. Intanto si è dimesso il primo ministro del governo di transizione, dopo un braccio di ferro con il presidente Abdullahi Yusuf durato settimane. Con Mario Raffaelli, inviato speciale del governo italiano in Somalia, parliamo delle motivazioni politiche che stanno dietro a queste dimissioni, cercando di capire quali prospettive si aprono ora per la politica somala.

(A cura di Sara Milanese)