Tanzania

Nel distretto di Njombe, Tanzania sud-occidentale, vicino al confine con il Malawi, dal mese di dicembre sono scomparsi dieci bambini. Quattro sono stati ritrovati in vita. Degli altri sei, di età compresa tra i due e i nove anni, sono stati rinvenuti i corpi mutilati.

La commissaria del distretto, Ruth Msafiri, ha dichiarato che gli orrendi crimini sono avvenuti «a causa della superstizione, perché molte persone credono di poter essere aiutate dagli stregoni». Testimoni sostengono che nella zona, gli stregoni credono che specifiche parti del corpo umano abbiano poteri speciali e possano portare salute, fortuna e ricchezza.

In Tanzania, così come nel vicino Malawi decine di persone affette da albinismo sono state uccise per rituali di stregoneria negli ultimi dieci anni.

Per ora la polizia ha arrestato una persona, zio di tre dei bambini uccisi. Le piccole vittime sarebbero state rapite direttamente nelle loro case, mentre i genitori si recavano al mercato, dove vendono i prodotti del loro orto.
La commissaria del distretto ha raccomandato ai genitori di insegnare ai figli come proteggersi, cercando di capire le vere intenzioni di chi li circonda. (BBC)