Zambia / Politica

In Zambia il partito al governo e il principale partito di opposizione -‘United Party for National Development’- si sono lanciati accuse reciproche in merito alle responsabilità sugli scontri politici che hanno interessato il paese nelle ultime settimane. La Commissione elettorale ha minacciato di sospendere la campagne elettorale in vista delle prossime elezioni nazionali, che si terranno l’11 agosto.

Da alcune settimane in Zambia si registrano infatti violenti scontri tra i sostenitori delle due forze politiche maggiori, e le leadership di partito secondo alcuni osservatori sembrano più interessate a screditare l’avversario anziché richiamare alla calma la propria base elettorale.

L’ambasciatore tedesco in Zambia, Bernd Finke, ha ripetuto più volte che il clima di tensione sta mettendo seriamente a repentaglio l’immagine di stabilità politica e sociale che il paese si era guadagnato.

La Commissione elettorale nazionale, sulla base dell’Electoral Process Act of 2016, potrebbe sospendere la campagna politica nel caso lo ritenesse necessario per garantire la credibilità delle imminenti elezioni. Lo stesso atto conferisce ai membri della Commissione anche la facoltà di squalificare un partito o un candidato che abbia tenuto un comportamento politicamente inaccettabile. (Africanews)

Copyright 2021 © Nigrizia - Tutti i diritti sono riservati