Zimbabwe

In una intervista a Bloomberg Television a Washington, Mthuli Ncube, ministro delle Finanze dello Zimbabwe, ha dichiarato che gli investitori stranieri potranno controllare il 100% delle quote delle miniere di platino.

Ncube ha anticipato che il governo ha intenzione di cancellare la norma, introdotta dall’ex presidente Robert Mugabe, che prevede che la quota di maggioranza sia appannaggio di investitori locali. Secondo il ministro, questa regola scoraggia gli investimenti stranieri mentre il paese è a favore di un mercato aperto e ha un enorme bisogno di stimolare la ripresa della sua economia.

In un’altra intervista, il ministro delle Miniere, Winston Chitando, ha detto che la norma potrebbe essere applicata anche alle miniere di diamanti.

Questo nuovo regolamento potrebbe suscitare l’interesse di compagnie straniere rilevanti, quali l’americana Anglo American per il platino e la russa Alrosa PJSC per i diamanti. Lo Zimbabwe ha riserve di platino seconde solo a quelle del Sudafrica e importanti depositi di oro, diamanti, ferro, litio, carbone e nickel.

La nuova legge però non è ancora stata presentata in parlamento. (Business Live / Bloomberg)