African Regional Integration Index

L’integrazione regionale in Africa rimane “debole”. Sono le conclusioni dell’African Regional Integration Index pubblicato sabato a Marrakech, a margine della 52ª sessione della Conferenza dei ministri africani delle finanze, della pianificazione e dello sviluppo economico. Si tratta di un indice sviluppato dalla Commissione economica per l’Africa (Eca), dall’Unione africana (Ua) e dalla Banca africana di sviluppo (AfDB), e valuta la situazione dell’integrazione economica dei paesi africani. Da questo studio emerge che l’Africa australe è la regione più integrata in termini di scambi commerciali, con il Sudafrica che primeggia. Fanalino di coda, invece, si mantiene il Sud Sudan, il paese meno integrato a causa dei suoi scarsi risultati in termini di infrastrutture regionali e integrazione finanziaria. Molte le sfide che dovranno essere superate per aumentare il commercio intra-africano, oggi stimato tra il 15% e il 18%. L’obiettivo è raggiungere il 25% entro il 2023.