Angola / Russia

Nel corso di una visita di tre giorni in Russia, la scorsa settimana, il leader angolano Joao Lourenço ha firmato, con il suo omologo russo Vladimir Putin, sei documenti riguardanti la cooperazione nell’estrazione dei diamanti, nella produzione di gas e petrolio, nella ricerca spaziale e nell’agricoltura.

Prima dell’incontro, Lourenço ha detto che l’Angola è uno dei principali acquirenti di armi russe e il suo paese vuole «non solo comprarle ma anche produrle».

La Russia ha consegnato sei aerei da caccia SU-30K all’Angola quest’anno e la consegna di altri due è prevista per la fine di maggio, ha detto ai giornalisti il ??ministro della Difesa, Salviano de Jesus Sequeira, aggiungendo che il paese è interessato all’acquisto dei sistemi di difesa aerea russi S-400, ma che non ci sono accordi a causa di difficoltà economiche. «Le forze armate angolane sono abituate a lavorare con le armi russe» e per questo la cooperazione militare tra i due paesi «durerà per sempre», ha precisato Sequeira.

A Mosca, Lourenço ha incontrato anche rappresentanti di Alrosa, il gigante minerario russo dei diamanti operativo in Angola e nei vicini Botswana e Zimbabwe, altro paese con il quale Mosca ha da saldi e longevi rapporti politici ed economici. In Angola Alrosa detiene una quota del 32,8% nelle miniere di Catoca nella provincia di Lunda Sul ed è uno dei fondatori della compagnia mineraria angolana Luemba. (Africanews)