Etiopia / Francia

Ieri, durante la visita di stato del presidente francese Emmanuel Macron, Etiopia e Francia hanno siglato un importante accordo nel settore della difesa che impegna Parigi ad una collaborazione che include supporto per la formazione della marina etiopica.

Addis Abeba ha smantellato la sua marina nel 1991, quando, con l’indipendenza dell’Eritrea, ha perso lo sbocco al mare e i porti di Massawa e Assab.

Dell’accordo nel settore militare fanno parte anche cooperazione nell’aviazione, operazioni militari comuni e opportunità per addestramento e compravendita di equipaggiamento per l’esercito.

L’obiettivo della visita è però ben più ampio. Nella conferenza stampa congiunta dopo l’incontro con il primo ministro etiopico Abiy Ahmed, Macron ha dichiarato: “Siamo qui in un paese amico dove vogliamo rafforzare e costruire una nuova pagina nella nostra storia comune”. Ha infatti siglato impegni anche nel settore della cultura, in particolare per il restauro delle chiese rupestri di Lalibela.

Macron è accompagnato da alcuni rappresentanti di importanti compagnie, quali Orange, leader nel campo delle telecomunicazioni, ma un gruppo di 50 uomini d’affari arriverà ad Addis Abeba venerdì. 

Macron proseguirà poi la sua visita nella regione in Kenya. Sarà la prima visita di un presidente francese nel paese.

Il presidente Macron è in visita di stato nei paesi del Corno e dell’Africa orientale da lunedì. L’obiettivo è quello di ristabilire relazioni diplomatiche ed economiche di rilievo, in una regione da cui la Francia si era di fatto disimpegnata da quando la sua ultima colonia, Gibuti, aveva raggiunto l’indipendenza nel 1977. La visita nella regione è iniziata proprio da Gibuti, dove Macron ha offerto “partnership rispettose” in grado di contrastare il peso ormai predominante della Cina che, ha avvertito, potrebbe costituire un pericolo per la stessa sovranità dei paesi del continente. (Voice of America / Reuters)