Migrazioni Senegal
PLUS
Unione europea e Senegal / Proposta di esternalizzazione delle frontiere
Le guardie di Frontex a “casa loro”
L’accordo, non ancora concluso, prevede di dispiegare uomini e attrezzature di sorveglianza lungo i confini del paese. L’obiettivo è intervenire direttamente sugli itinerari percorsi dai migranti. Sarebbe una prima assoluta sul territorio sovrano di uno stato africano
15 Aprile 2022
Articolo di Gianni Ballarini
Tempo di lettura 1 minuti
L’Africa occidentale è stata da tempo individuata come area di priorità strategica. Il Senegal è un paese perfetto per testare le abilità del corpo di polizia europeo
Ora che i cingoli sono sotto i balconi dell’Europa, il progetto è sgusciato via dai riflettori. Ma è certo che vi ritornerà. È da almeno un decennio, infatti, che i piani di contenimento delle migrazioni irregolari sono tra i pensieri fissi di Bruxelles. Per l’Ue è una prospettiva troppo allettante spedire le sue guardie a […]
Per accedere al post devi acquistare Membership Plus, Membership Top or Membership Sostenitore.
Copyright © Nigrizia - Per la riproduzione integrale o parziale di questo articolo contattare previamente la redazione: redazione@nigrizia.it