Gabon

Il presidente del Gabon, Ali Bongo, è rientrato la notte scorsa a Libreville dopo quasi tre mesi di completa assenza dal paese e ad un settimana dal tentato golpe compiuto il 7 gennaio da un gruppo di militari.

Il presidente, assente dal 24 ottobre, quando fu colpito da un ictus durante una visita in Arabia Saudita, ha interrotto la sua convalescenza a Rabat, in Marocco, per presenziare alla cerimonia giuramento dei 38 membri del nuovo governo che si svolge oggi al palazzo presidenziale.

Un rientro che fonti della presidenza pongono sotto il segno della “normalizzazione”, dopo la nomina del nuovo governo e l’entrata in carica della nuova Assemblea nazionale, sciolti ad aprile dalla Corte costituzionale. Un segnale di sblocco istituzionale – dal 24 ottobre a Libreville si è tenuto un solo consiglio dei ministri e nessuna legge è stata promulgata – deciso anche per frenare le speculazioni sulla presunta incapacità del presidente a mantenere gli impegni di governo.

La famiglia Bongo ha governato la nazione, ricca di petrolio, per cinque decenni e per lungo tempo ha mantenuto stretti legami con l’ex potenza coloniale francese. Ali Bongo è succeduto al padre Omar Bongo, che divenne capo di stato nel 1967 e morì nel giugno 2009. (France 24)