Ghana / Legname

Una donna cinese è stata arrestata in Ghana e accusata di aver tentato di contrabbandare quattro container carichi di legno di palissandro. La polizia ha intercettato due camion che trasportavano i container nei pressi di Tamale, capoluogo della regione settentrionale. Gli agenti sospettano che il prezioso carico fosse diretto al porto di Tema per essere imbarcato clandestinamente.

La donna, Helena Huang, 43 anni, non è stata in grado di fornire il passaporto, il permesso di lavoro e la documentazione che dimostra la legale provenienza del carico.

A marzo, il ministero delle Terre e delle Risorse Naturali del Ghana ha ordinato alla Commissione forestale di vietare il taglio, il trasporto e l’esportazione del pregiato (e protetto) legno di palissandro nel paese.

Di recente la società civile e i gruppi per la tutela ambientale hanno intensificato la loro campagna di pressione per chiedere al governo di perseguire i cittadini cinesi che operano illegalmente nel paese, dopo che l’estrazione illegale di minerali (compiuta da cinesi, alla ricerca in particolare di oro) ha inquinato la maggior parte delle falde idriche.

Il mese scorso Pechino, attraverso il suo ambasciatore in Ghana, ha dichiarato di essere pronto a collaborare con il governo di Accra per combattere le operazioni illegali di cittadini cinesi, incolpando però della crescita delle operazioni illegali cinesi la popolazione locale che collabora con loro. (Ghana Web)