Guinea-Bissau

Una delegazione militare della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (Cedeao) è arrivata a Bissau per una visita di 48 ore durante la quale avrà dei colloqui con il presidente José Mário Vaz, il primo ministro Aristides Gomes e i ministri della difesa e dell’interno. La delegazione è formata dai capi di stato maggiore degli eserciti di Senegal, Nigeria, Niger e Togo. La delegazione riferirà ai suoi interlocutori le decisioni prese dal vertice straordinario Cedeao svoltosi lo scorso 8 novembre a Niamey, in Niger, sulla situazione politica del paese. Tra le altre misure approvate, il rafforzamento del contingente Cedeao con l’invio di circa 600 militari, misura fortemente criticata dai leader politici della Guinea-Bissau che l’hanno definita «un’invasione». Inoltre, il vertice ha raccomandato alle autorità di Bissau il rispetto della tabella di marcia incentrata soprattutto sulla riconferma di Aristide Gomes nella sua carica di primo ministro fino alle elezioni presidenziali del prossimo 24 novembre. In caso di rifiuto, la Cedeao ha minacciato di adottare sanzioni.

Il presidente della Guinea-Bissau, José Mário Vaz