Dossier Economia Kenya
Dossier aprile 2020. Progettando un'economia inclusiva
Kenya, la fertilità ritrovata
Laureata al Tangaza University College di Nairobi, l’imprenditrice sociale Franciscah Munyi sta rispondendo alle esigenze produttive di duemila agricoltori. Dialogando con loro
16 Aprile 2020
Articolo di Brenda Achieng Okungu
Tempo di lettura 1 minuti
Kenya, piantagione di té(flickr)

Franciscah Munyi è fondatrice e amministratrice delegata di Kofar Kenya Limited, una impresa che elabora e vende condizionatori, ammendanti e composti fortificati per l’agricoltura. Prodotti che permettono la regolazione dell’acidità del terreno e apportano elementi necessari allo sviluppo delle colture.

La formazione ricevuta al Tangaza University College di Nairobi ha aiutato Franciscah a capire meglio come posizionarsi sul mercato e anche a incontrare alcuni investitori interessati al suo progetto e attratti dal suo modello.

Kofar è stata fondata per rispondere al problema che molti agricoltori vivono oggi in Kenya: i terreni si acidificano, perdono fertilità e la produzione diminuisce. E la scarsa resa aggrava la situazione economica degli agricoltori, molti dei quali non sono peraltro consapevoli della connessione tra terreni sani e buoni raccolti.

Franciscah è cresciuta nel villaggio di Kirinyaga, con la madre e quattro tra fratelli e sorelle. Lavorando la terra, la madre è riuscita a mandare tutti a scuola e all’università. Però ha dovuto indebitarsi per…
(Continua a leggere abbonandoti alla versione cartacea e/o digitale del mensile)

 

Copyright © Nigrizia - Per la riproduzione integrale o parziale di questo articolo contattare previamente la redazione: redazione@nigrizia.it