Mali / Minusma

La Gran Bretagna invierà 250 truppe in Mali il prossimo anno, a sostegno dell’operazione delle Nazioni Unite contro il terrorismo (Minusma).

La nazione saheliana è in subbuglio da quando separatisti tuareg e jihadisti alleati hanno preso il controllo di oltre metà del paese nel 2012, spingendo le forze francesi ad intervenire per respingerli, l’anno successivo.

Un accordo di pace del 2015, firmato dal governo del Mali e da gruppi separatisti, non è riuscito a porre fine alla violenza. Le forze jihadiste si sono riappropriate di vaste aree del territorio, colpendo obiettivi di alto profilo nella capitale, Bamako, e nel vicino Burkina Faso.

A giugno la Missione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione del Mali – la più pericolosa al mondo con 177 caschi blu uccisi dal 2013 – ha annunciato il rafforzamento della sua presenza attraverso lo sviluppo di un piano d’emergenza per affrontare le crescenti violenze che attraversano la regione centrale di Mopti, dove oltre 400 persone sono state uccise in scontri inter-comunitari tra marzo e maggio. (Africanews)