Namibia / Diamanti

Cinque banche commerciali africane investiranno fino a 375 milioni di dollari nella costruzione di una nuova nave per l’estrazione di diamanti.

Nedbank Namibia, RMB Namibia, Standard Bank, ABSA e Bank Windhoek forniranno l’80% del finanziamento per la nave, che sarà la più grande del mondo nel suo genere. Debmarine Namibia – una joint venture paritaria tra l’azienda anglo-americana De Beers e il governo della Namibia – fornirà il saldo di 94 milioni di dollari.

La nave, conosciuta come AMV3, sarà la settima della flotta della Debmarine Namibia che estrae diamanti di alta qualità dal fondo dell’oceano utilizzando apparecchiature di rilevamento ad alta tecnologia.

L’AMV3 ha la capacità di aggiungere 500mila carati alla produzione annuale dal 2022 e si prevede che contribuirà con oltre 137 millioni di dollari all’anno in tasse e royalties al bilancio dello Stato nei primi cinque anni di produzione.

«I diamanti della più alta qualità del mondo si trovano nel nostro oceano», ha detto in una dichiarazione l’amministratore delegato di Debmarine Namibia, Otto Shikongo. «Con questo investimento saremo in grado di ottimizzare la nuova tecnologia per trovare e recuperare diamanti in modo più efficiente e soddisfare la crescente domanda dei consumatori».

L’estrazione mineraria, di cui l’uranio e i diamanti costituiscono la parte principale, ha contribuito al 201% del prodotto interno lordo della Namibia nel 2018, secondo l’ultimo rapporto annuale della Camera delle miniere namibiane. (Africanews)