Nigeria / Gran Bretagna

Nigeria e Gran Bretagna mirano ad approfondire i legami nel settore assicurativo e ad esaminare l’introduzione di strumenti denominati in naira (la moneta nigeriana) sul mercato finanziario di Londra.

Lo ha annunciato ieri il ministero del Commercio ad Abuja, dopo la visita in Nigeria del ministro degli Esteri britannico Jeremy Hunt (nella foto), impegnato in un tour internazionale di una settimana per spingere verso una maggiore presenza del Regno Unito in Africa.

Con l’avvio della Brexit e l’uscita dall’Unione europea – rinviata al 31 ottobre -, la Gran Bretagna sta cercando di ampliare i legami commerciali bilaterali con partner extra-europei. «La relazione bilaterale può migliorare la crescita di entrambi i paesi», ha affermato Hunt. «La Gran Bretagna ha un grande pool di fondi che potrebbero essere sfruttati per investimenti in infrastrutture in Nigeria».

L’Africa rappresenta il 2% dell’attività commerciale britannica, un decimo della quale è in Nigeria, secondo il ministro del Commercio nigeriano Okechukwu Enelamah.

I due paesi l’anno scorso hanno lanciato un forum per lo sviluppo economico che, secondo Enalamah, dovrebbe migliorare il clima degli investimenti nei prossimi sei-venti mesi. L’economia della Nigeria – tra i primi produttori di petrolio del continente – sta subendo una fragile ripresa dopo la recessione in cui è piombata negli ultimi anni, ma resta frenata dalla carenza di infrastrutture e da un consolidato retaggio di corruzione. (Reuters)