Rd Congo

 

Le autorità della Repubblica democratica del Congo hanno sospeso tutte le attività dell’Università di Kinshasa (Unikin) dopo che ieri un agente di polizia è stato linciato dagli studenti che protestano da domenica per l’aumento delle tasse scolastiche. Altri due poliziotti sono rimasti feriti e “ricoverati in terapia intensiva”.

Il ministro dell’Istruzione Superiore Thomas Luhaka ha chiesto in una nota alle forze di sicurezza “l’arresto degli autori di questi crimini” e ordinato l’evacuazione di tutte le residenze studentesche “entro 48 ore”.

Secondo un rapporto della polizia risalente a lunedì, che riportava nove feriti, undici persone sono state arrestate, tra cui cinque studenti, con numerosi edifici vandalizzati – non è chiaro se da studenti o poliziotti -, tra cui una banca.

Gli studenti denunciano atti di vandalismo interni all’ateneo e anche alcuni stupri compiuti dalle forze di sicurezza su studentesse.

Coloro che pagano gli studi in franchi congolesi protestano contro l’aumento delle tasse universitarie che li penalizza duramente, rispetto a coloro che pagano direttamente in dollari. A causa del nuovo tasso di conversione del franco congolese nella valuta americana, le tasse accademiche per loro dovrebbero infatti quasi raddoppiare quest’anno. (VoA / RFI)