Matrimoni precoci

Si stima che 115 milioni di ragazzi e di uomini in tutto il mondo siano stati sposati da bambini. Di questi, un bambino su cinque (23 milioni), si sono sposati prima dei 15 anni.

I dati emergono dalla prima analisi approfondita sulla situazione dei bambini sposi realizzata dall’Unicef. Usando i dati di 82 paesi, lo studio rivela che il matrimonio tra i bambini è prevalente in paesi di tutto il mondo, dall’Africa subsahariana, all’America latina e i Caraibi, fino all’Asia meridionale e orientale e al Pacifico.

«Il matrimonio ruba l’infanzia», ??ha detto il direttore esecutivo dell’Unicef, Henrietta Fore. «Gli sposi minorenni sono obbligati ad assumere responsabilità da adulti per i quali potrebbero non essere pronti: il matrimonio precoce porta la prima paternità, e con essa si aggiunge ulteriore pressione per provvedere a una famiglia, riducendo l’educazione e le opportunità di lavoro».

Secondo i dati, la Repubblica Centrafricana ha la più alta prevalenza di matrimoni precoci tra i maschi (28%), seguita dal Nicaragua (19%) e dal Madagascar (13%).

Le nuove stime portano il numero totale di spose bambine e bambini a 765 milioni nel mondo.

Le ragazze sono colpite in modo sproporzionato da questa pratica, con una giovane donna su cinque tra i 20 e i 24 anni che si sposa prima del diciottesimo compleanno, rispetto a uno su trenta giovani uomini.

Parlando a News 24 dalla Nigeria, James Elder, capo della comunicazione dell’Africa orientale e meridionale dell’Unicef, ha detto che i numeri sono “impressionanti”, con circa 12 milioni di nuovi sposi o spose minorenni all’anno, che corrispondono a 22 matrimoni al minuto. (News 24)