Sudan

Importanti manifestazioni si sono svolte ieri in una cittadina alla periferia sud di Khartoum, Jabal Awlia, e a Al-Hasahisa, nello stato di Al-Jazirah nel centro del paese. I dimostranti chiedevano la rimozione dei governatori militari dei due stati e degli amministratori delle due località, accusati di essere sostenitori del passato regime. Le dimostrazioni sono state dispese dalla polizia con l’uso di lacrimogeni e di idranti. Testimoni dicono che diverse persone sono rimaste ferite.

L’Associazione dei professionisti sudanesi (Sudanese Professionals Association – SPA) ha dichiarato che alle manifestazioni di ieri hanno partecipato in massa i Comitati di resistenza, che hanno lavorato a supporto della rivolta popolare a livello di base. La SPA ha coordinato la mobilitazione della popolazione nelle dimostrazioni che hanno portato alla caduta del passato regime e costituisce la maggior componente delle Forze per la libertà e il cambiamento, che ha trattato l’uscita dalla crisi con la giunta militare.

Le nuove istituzioni che governano il Sudan non hanno ancora trovato un accordo per la sostituzione dei governatori e degli amministratori locali, tutti militari, nominati dal passato regime nelle prime settimane della protesta. Nel tentativo di controllarla, l’allora presidente Omar Hassan El-Bashir aveva smantellato l’amministrazione civile, di fatto militarizzando il paese. (Sudan Tribune)