Nigeria

Con la firma del presidente Muhammadu Buhari, la nuova legge che stabilisce un minimo salariale in Nigeria è entrata in vigore ieri in tutto il paese.

Il testo stabilisce che la paga minima mensile salga dagli attuali 18.000 a 30.000 naira (98 dollari).

Il costo della vita è diventato un problema chiave per molti nella nazione più popolosa dell’Africa, dove la maggior parte della gente vive con meno di 2 dollari al giorno. I sindacati sono entrati in sciopero lo scorso anno, chiedendo inizialmente un aumento a 50.000 naira al mese. Il governo aveva sostenuto che molti dei 36 stati della Nigeria avevano già difficoltà a rispettare i salari esistenti.

A marzo l’inflazione in Nigeria si è attestata all’11,25%. (Reuters)