Sud Sudan / Chiesa

La Conferenza episcopale italiana (Cei) ha donato 1 milione di euro per progetti di emergenza in Sud Sudan. La somma è parte del fondo stanziato dai cittadini italiani con l’8×1000 della dichiarazione dei redditi.

È il quarto anno consecutivo che la Cei stanzia somme considerevoli per le attività a supporto della popolazione nel paese, che versa ancora in uno stato di grave emergenza umanitaria. Secondo le agenzie internazionali competenti, quest’anno 7 milioni di sudsudanesi non avranno cibo sufficiente. Di questi, 1 milione e 200mila sono già sull’orlo di un’emergenza alimentare.

La popolazione è allo stremo dopo cinque anni di guerra civile che ha provocato 1,9 milioni di sfollati e 2,3 milioni di profughi. Le violenze sulla popolazione civile continuano in diverse parti del paese, nonostante un accordo di pace firmato lo scorso settembre e mai entrato in vigore. (Sudan Tribune)