CAFFE' AMARO – DOSSIER GENNAIO 2019

Da almeno 10 anni, il mercato del caffè è in crescita in Etiopia, prima produttrice di chicchi d’Africa, col 40% del raccolto continentale, e sesta al mondo.

Da almeno 10 anni, il mercato del caffè è in crescita in Etiopia, prima produttrice di chicchi d’Africa, col 40% del raccolto continentale, e sesta al mondo. Secondo le stime, quest’anno ne saranno immesse nel mercato 426mila tonnellate, 7,1 milioni di sacchi. L’export di questo prodotto gioca un ruolo chiave nell’economia: 232mila tonnellate l’anno prendono il largo dal porto di Gibuti; è il 22% del valore delle esportazioni del paese e il 3% del mercato mondiale del caffè.

Il volume di affari nell’export in 15 anni è cresciuto del 113%, anche grazie alla lievitazione del prezzo dei chicchi. Parliamo di un giro di affari, secondo Usda (United States department of agriculture), di 897 milioni di dollari. I mercati di riferimento del caffè abissino sono Germania, Arabia Saudita, Giappone e Stati Uniti. L’Italia è il settimo mercato di riferimento, con il 5% dell’export.

In Etiopia, culla del caffè coffea arabica, sono 4 milioni gli agricoltori di chicchi. Il settore nel suo complesso occupa 15 milioni di persone, il 15% della popolazione del paese. Il 95% della produzione arriva da…

Continua a leggere questo dossier e gli altri articoli di approfondimento e analisi del numero di dicembre. Abbonati alla rivista mensile, cartacea e digitale! 

Nella foto: donne al mercato e agricoltori della comunità menja (clicca per ingrandire)