PLUS Archivi - Nigrizia
Tipologia Articolo: PLUS
This category can only be viewed by members. To view this category, sign up by purchasing Membership Plus, Membership Top or Membership Sostenitore.
Armi, Conflitti e Terrorismo
02 Dicembre 2022
Camerun: Paul Biya e i suoi “primi” 40 anni al potere
Il 6 novembre, il capo dello stato ha festeggiato i 4 decenni al vertice del paese. Una presidenza dal pugno di ferro e sorretta dal suo clan. Ma i problemi non mancano. Esplosiva la situazione nelle regioni anglofone. E anche l’economia non gode di buona salute. Nonostante le numerose ricchezze presenti nel paese. Molte le voci sui suoi possibili sostituti nel 2025Il secondo presidente più longevo al mondo
Elio Boscaini
Ambiente
01 Dicembre 2022
Africa: acque agitate per il Nilo
I cambiamenti climatici, l'inquinamento e lo sfruttamento stanno mettendo sotto pressione il secondo fiume più lungo del mondo, da cui dipende la sopravvivenza di mezzo miliardo di personeNel Delta la linea costiera arretra annualmente dai 35 ai 75 metri
Bruna Sironi, da Nairobi
Armi, Conflitti e Terrorismo
30 Novembre 2022
São Tomé e Principe: i dubbi sul fallito golpe
Nessun organo di informazione o ministero è stato coinvolto nel tentativo di colpo di stato. Tra i presunti mandanti, uno è stato ucciso e l’altro, l’ex presidente del parlamento, è stato arrestato e subito rilasciato. A trarne vantaggio sembra essere, quindi, il premier che in un colpo ha eliminato due suoi acerrimi nemici mostrandosi come il baluardo della democrazia Il ruolo non trasparente del primo ministro Trovoada
Luca Bussotti
Armi, Conflitti e Terrorismo
29 Novembre 2022
Togo: nord sempre più bersaglio dei terroristi
L’ultimo attentato il 24 novembre. La regione delle tre frontiere (Togo, Benin e Burkina Faso) è una zona di foresta che offre una base di ripiegamento molto utile a uomini armati che profittano dei confini per “seminare” i loro inseguitoriDa mesi questa regione di frontiera subisce incursioni di uomini del Gruppo di appoggio all’islam e ai musulmani (Gsim)
Elio Boscaini
Armi, Conflitti e Terrorismo
23 Novembre 2022
Si allentano le tensioni tra Egitto e Turchia
Dopo nove anni di gelo i due paesi tornano a dialogare, spostando il baricentro dei rispettivi interessi economici e geopolitici. Le priorità sono ora la spartizione del mercato del gas nel Mediterraneo orientale e la ridefinizione dei loro posizionamenti (e delle alleanze) in LibiaIn Qatar la stretta di mano tra al-Sisi ed Erdoğan in nome degli interessi geopolitici
Giuseppe Acconcia
Costa d'Avorio
10 Novembre 2022
Colpi di stato costituzionali, le tentazioni di Senegal e Centrafrica
Nei suoi 20 anni di attività l’Ua ha contribuito a notevoli passi avanti nello sviluppo delle democrazie africane. Ma oggi è chiamata a confrontarsi sempre più di frequente con tentazioni presidenzialiste di alcuni suoi autorevoli membri. Necessarie chiare direttive per prevenire abusi costituzionaliL’Unione Africana vigili sul limite dei mandati presidenziali
Giuseppe Cavallini
Armi, Conflitti e Terrorismo
04 Novembre 2022
La Somalia tra terrorismo e carestia
L’attentato del 29 ottobre segna un’escalation nella guerra dichiarata dal presidente ad al-Shabaab. Un conflitto combattuto sul terreno dall’esercito sostenuto da milizie claniche e con attentati sempre più frequenti e sanguinosi. Sullo sfondo il dramma della popolazione, stretta tra fame, soprusi e violenzaGuerra aperta tra esercito e al-Shabaab, mentre la fame morde la popolazione
Bruna Sironi (da Nairobi)
Notizie
03 Novembre 2022
Senegal: l’amore ai tempi della poligamia
Una quota consistente di senegalesi pratica la poligamia e l’86% dei musulmani la ritiene moralmente ammissibile. Inoltre la maggior parte delle associazioni femministe non è schierata contro i matrimoni multipli. La faccenda è intricata e ha a che vedere con le dinamiche famigliari e con le pressioni sociali. E per le donne che fanno parte dell’élite intellettuale, la poligamia è anche un modo per sgravarsi dagli obblighi matrimonialiNelle pieghe della società
Lucia Michelini, da Dakar
Armi, Conflitti e Terrorismo
21 Ottobre 2022
Crosetto, il braccio armato del governo
Il Richelieu di Meloni, dal 2014 è il presidente della Confindustria delle imprese militari. Ora le finanzierà. È il più feroce avversario della legge 185, che disciplina il controllo dello stato sull’import ed export di armi. E detesta le banche “etiche”, che ostacolano il business di un settore «tra i pochi asset strategici e tecnologici rimasti in questo paese». Anticipiamo l’articolo che uscirà su Nigrizia di novembre Armi e dintorni / Ritratto del neo ministro della difesa
Gianni Ballarini
Economia
21 Ottobre 2022
L’Egitto stretto tra Mosca e Washington
Nelle scorse settimane Il Cairo ha cercato un accordo con la Banca centrale russa per adottare il sistema di pagamento Mir e rendere così più appetibile la propria offerta turistica in vista dell’inverno. Ma il piano è stato smontato sul nascere dalle pressioni degli Stati UnitiFallite le trattative del Cairo per l’adozione del sistema di pagamento bancario russo
Rocco Bellantone
Migrazioni
14 Ottobre 2022
Tunisia: la rabbia di Zarzis, “il popolo vuole i ragazzi scomparsi”
Una barca partita il 21 settembre con 18 persone a bordo e scomparsa nel Mediterraneo centrale senza che le autorità intervenissero nella ricerca e nel soccorso dei naufraghi. A Zarzis la rabbia delle famiglie delle vittime dopo la scoperta che alcuni corpi rinvenuti erano stati sepolti a loro insaputaProteste della popolazione contro le autorità locali dopo l’ennesimo naufragio
Giulia Beatrice Filpi e Chiara Pagano (da Tunisi)
Etiopia
07 Ottobre 2022
Etiopia: la lunga marcia del salafismo
Il movimento salafita, che diffonde un islam conservatore e radicale, si va espandendo nel paese del Corno d’Africa dove i musulmani rappresentano il 35% della popolazione. Andiamo a identificare alcuni passaggi chiave di questo fenomenoIl ruolo dell’Arabia Saudita e dei musulmani etiopici
Giuseppe Cavallini
Arte e Cultura
05 Ottobre 2022
Bel canto in Africa, il talento nascosto
Anna Lapwood è una giovane e affermata direttrice d’orchestra britannica. Con il musicista e tenore zambiano Chrispin Lindunda porta avanti da anni un percorso di scoperta e valorizzazione dei talenti della musica classica in Zambia. Nigrizia l’ha incontrata In Zambia un progetto a sostegno di giovani cantanti e musicisti talentuosi
Antonella Sinopoli
Economia
04 Ottobre 2022
Nigeria: crolla la produzione di petrolio
Un calo costante dal 2020. La capacità del paese di aumentare l’estrazione di greggio è diminuita del 37% in meno di tre anni. Tra le prime cause c’è l’assenza di investimenti e la crescita dell’insicurezzaAd agosto raggiunti i livelli più bassi degli ultimi 32 anni
Marco Cochi
Migrazioni
28 Settembre 2022
Tunisia: il calvario dei rifugiati africani
Da più di cinque mesi rifugiati e richiedenti asilo protestano davanti alla sede dell’Unhcr a Tunisi. Abbandonati a loro stessi sopravvivono con espedienti di fortuna in una nazione alle prese con crescenti difficoltà economiche, politiche e sociali. Le loro richieste di essere trasferiti in paesi più sicuri, sono rimaste finora inascoltate Le migrazioni raccontate dalla sponda sud del Mediterraneo
Giulia Beatrice Filpi (da Tunisi)
Armi, Conflitti e Terrorismo
26 Settembre 2022
Etiopia: la guerra in Tigray aumenta l’instabilità regionale
La pace sembra di nuovo molto lontana mentre nella regione, una delle più tormentate del pianeta, si ridefiniscono le relazioni e crescono le tensioniNegli ultimi mesi gli equilibri generali si sono evoluti in negativo
Bruna Sironi (dal Kenya)
Armi, Conflitti e Terrorismo
19 Settembre 2022
Africa occidentale e instabilità: i 280 hotspot criminali
Secondo il report le economie illecite non scatenano conflitti armati. Vi è spesso, però, una sovrapposizione geografica delle aree in cui i trafficanti e i gruppi criminali operano per un lungo periodo e dove si verificano instabilità e conflittiStudio dell’Iniziativa globale contro la criminalità organizzata transnazionale e la corruzione
Marco Cochi
Armi, Conflitti e Terrorismo
16 Settembre 2022
“Egitto e Francia responsabili di crimini contro l’umanità”
È la denuncia di due ong che accusano Parigi e Il Cairo di uccisioni di civili nel deserto al confine con la Libia. Nel frattempo Il Cairo ha rilasciato 46 prigionieri politici. Tra questi, l’avvocato e attivista per i diritti dei lavoratori, Haytham Mohamedin Operazione Sirli
Giuseppe Acconcia
Mozambico
13 Settembre 2022
Mozambico. Delitto di suor De Coppi: erano ragazzi locali gli assassini
Lo si deduce dal fatto che tra di loro parlavano la lingua del posto, il makua. Resta da capire come mai non c’erano forze dell’ordine a difesa delle strutture di quel territorio, quando si sapeva che stavano arrivando i terroristi. Il fenomeno jihadista sta scendendo sempre più da Cabo Delgado infiltrando la provincia di NampulaNuovi sviluppi
Giba
Armi, Conflitti e Terrorismo
12 Settembre 2022
Mali/Centrafrica: civili le prime vittime del gruppo Wagner
Secondo l’ong statunitense, tra il 1° gennaio 2018, quando la compagnia paramilitare ha iniziato a operare a Bangui, e il 31 luglio 2022, il 52% degli «eventi di violenza politica organizzata» che ha coinvolto i mercenari russi ha preso di mira i civili. In Mali, il tasso sale al 71%Report di Acled
Redazione
Armi, Conflitti e Terrorismo
07 Settembre 2022
Nigeria: guerra infinita sui confini interni
Nel centro e nel sud del paese i decennali conflitti sulla terra si sono trasformati in una guerra a bassa intensità che ha radici nella mancata definizione dei confini subregionali e su fattori etnici. Conflitti alimentati dal lassismo delle autorità Inapplicata la legge che impone di delimitare le frontiere intrastatali
Marco Cochi
Marocco
05 Settembre 2022
Sahara Occidentale: l’attivista sahrawi Mohamed Dihani in Italia
Per la sua attività in sostegno della popolazione sahrawi, in esilio in Algeria da quasi quarant’anni, ha trascorso parte della vita tra arresti e torture nelle carceri marocchine. Oggi, a trentasei anni, grazie ad Amnesty International, ha raggiunto l’Italia e ha chiesto asilo politicoA Nigrizia ha raccontato la sua travagliata vita a difesa dei diritti del suo popolo
Luciano Ardesi
Ambiente
26 Agosto 2022
L’Africa insegue il nucleare
Sempre più paesi del continente puntano sulla costruzione di centrali atomiche per far fronte al costante aumento della richiesta energetica. Un affare da centinaia di miliardi di dollari che vede in prima linea Cina e Russia. Che dovranno però vedersela con un nuovo competitor: la Corea del SudI primi impianti attivi nel 2030, ma i rischi superano i vantaggi
Michela Trevisan
Libia
26 Agosto 2022
Libia: la politica (quando c’è) ambivalente dell’Europa
Bruxelles si impegna a portare al voto il paese in preda al caos e prossimo a un nuovo conflitto. Ma poi i membri dell’Ue si muovono individualmente. Ad esempio, l’Italia sostiene Dbeibah e Tripoli, mentre la Francia Bashagha e TobrukUna crisi pronta a riesplodere, semmai si fosse spenta
Marwa Mohammed
Algeria
24 Agosto 2022
Macron in Algeria: 3 giorni per ricucire i rapporti
Dopo le tensioni dell’anno scorso, Parigi arriva per sciogliere i nodi rimasti ingarbugliati nelle relazioni diplomatiche. Il governo nordafricano cerca nuova legittimità persa con la repressione dell’Hirak. Le ong della diaspora chiedono al presidente transalpino di discutere anche dei diritti umani negati Dal 25 agosto il presidente francese nell’ex colonia
Luciano Ardesi
Algeria
17 Agosto 2022
Nordafrica: calano le vittime del terrorismo islamista
Sono diminuite del 23%, proseguendo una tendenza in atto dal 2015. La maggior parte degli eventi violenti si è verificata in Egitto. Algeria, Marocco e Tunisia stanno trovando risposte alla radicalizzazione e all’estremismo violentoReport del Centro di studi strategici sull’Africa
Marco Cochi
Economia
12 Agosto 2022
L’odissea degli indiani d’Uganda
Cacciati dal dittatore Idi Amin nel 1972, oggi sono tornati ad essere parte fondamentale dell’economia ugandeseEspulsi 50 anni fa, sono oggi parte importante dell’economia del paese
Giuseppe Cavallini
Costa d'Avorio
11 Agosto 2022
Costa d’Avorio, il ritorno del figlio prodigio
Dopo 22 anni d’assenza, il banchiere franco-ivoriano ed ex-ministro Tidjane Thiam torna in visita in patria. E in tre giorni, colleziona foto ricordo con i tre pesi massimi della politica ivoriana. Sarà lui l’uomo del tanto atteso ricambio generazionale ivoriano? Verso le elezioni del 2025 / Il rientro di Tidjane Thiam
Roberto Valussi
Ambiente
09 Agosto 2022
Conservazione ambientale: ripartire dalle comunità locali
Solo il 10% circa del finanziamento green in Africa va alle ong del continente e meno dell'1% dei sussidi per il clima va a sostegno diretto dei popoli indigeni. Eppure sono proprio le comunità locali a gestire circa l’80% di terra e pascoliIn un rapporto le voci di società civile e finanziatori
Antonella Sinopoli
Mali
04 Agosto 2022
Mali, schiavi per sempre
Si tramanda di generazione in generazione in linea materna. Uomini e donne nati in schiavitù sono proprietà di chi li “possiede” che esercita su loro il diritto di vita o di morte. Un crimine contro l’umanità secondo la Commissione maliana per i diritti umaniLa schiavitù per discendenza ancora molto diffusa nel Sahel
Antonella Sinopoli